PROGETTO DELLA SETTIMANA: “welcome to NY” by ilaria

Ciao! Rieccomi di nuovo tra voi questa volta per mostrarvi come “nasce” un mio layout e per approfondire ancora un pochino il discorso CHIPBOARD che ho trattato nel mio ultimo post. Prima di tutto vi mostro il lavoro finito e poi nei dettagli le tecniche che ho utilizzato per arrivare al risultato finale.

Benvenute a NEW YORK carissime amiche!

DEFINITIVAFINALE

Un lavoro un po… confuso? è la magnifica sensazione che trasmette questa splendida città americana.. io la adoro!

Vediamo nel dettaglio innanzi tutto cosa ho utilizzato: la base è un BAZZILL KRAFT (preferite sempre una base neutra o comunque a tinta unita quando decidete di “osare” con i colori o la diversità di abbellimenti); il titolo è realizzato con rimasugli di vari set di CHIPBOARD che avevo in casa; le STAMPERIA, le TOGA ed alcune me le sono fatte in casa utilizzando del cartone grezzo, la BIG SHOT ELLISON e gli alfabeti SERIF ESSENTIAL e DOODLE TAG. Per lo sfondo ho scelto i colori acrilici della DABBER e per gli abbellimenti, dei memorabilia del viaggio e un cuore fustellato con la BIG SHOT e la mascherina HEARTS.

E ora i vari passaggi:

PREPARAZIONE

Per prima cosa ho valutato gli elementi centrali del lavoro; il mosaico di foto e il titolo che ho composto giocando un po con CHIPBOARD di diverse dimensioni e font. Una volta trovata la giusta combinazione ho pensato ai colori delle varie lettere trovandoli nei particolari delle foto; quindi.. il rosso per la N e il nero per la E (entrambe tinte con colori acrilici). la W che aveva una finitura bianca lucida l’ho lasciata cosi al naturale, mentre le restanti le ho colorate con tamponi a lenta asciugatura (il perchè di questa scelta ve lo svelerò più avanti.)

SFONDO

Occupiamoci ora dello sfondo e della preparazione della “base” su cui incollare il titolo. Scegliete dei colori acrilici che si abbinino alla foto e a tutto il resto del lavoro e dopo aver preso le misure e il corretto posizionamento della vostra foto, con l’aiuto di una vecchia carta telefonica (o qualsiasi carta di plastica flessibile) spargete delle gocce di colore sul cartoncino e “tiratele” formando una sorta di cornice. (potete sovrapporre più colori ..ma non esagarate!). Quel materiale “spatolato” che vedete sulla sinistra del BAZZILL è colla.. colla stick per la precisione (anche la cocoina si presta bene). No.. non sono impazzita.. questa tecnica l’ho scovata su un blog americano e mi è subito piaciuta perchè la colla, asciugandosi, incolla per bene le CHIPBOARD e nel frattempo da una sensazione di movimento. Quindi.. affettate un po di colla stick e con l’aiuto di un coltello “spatolatela” sul foglio. Ora potete appoggiarvi le lettere e comporre il titolo.

COLLA

L’effetto che io volevo dare alla parola NEW YORK era di movimento, ma allo stesso tempo non volevo che la percezione finale fosse quella di lettere appiccicate ad un foglio.. bensì di un titolo che in certo modo fosse “ingabbiato” nel cartone.. e allora… con della colla vinilica diluita (o colla da decoupage) e un foglio di carta assorbente bianca, stropicciato e appoggiato sopra ho ottenuto un po quel che cercavo. Se guardate la lettera Y colorata come dicevo prima con un tampone a lenta asciugatura, noterete che, quando bagnata con la colla questa ha rilasciato parte del suo colore, che si sfumerà poi con la carta assorbente accentuando il senso di “disordine” del layout.

Per completare il lavoro, ho inserito dei “memorabilia” (tagliandi dei biglietti aerei, la tessera della metropolitana e una carta di fidelizzazione starbucks) sotto il mosaico di foto; e per sottolineare il mio amore per questa città ho incollato cuori di diverse dimensioni fustellate in pagine di giornali newyorchesi e colorate con un tampone marrone.

Mi pare davvero tutto… spero che la mia “confusione” vi sia come sempre da stimolo per sperimentare nuove tecniche e perchè no.. OSARE un po di più con tutto quello che avete a disposizione!!

un abbraccio e … a presto!

ilaria

10 COMMENTI:

federica ha detto...

ciaoooooo, forse per me è un pò troppo...confuso...ma sei stata brava a mettere insieme tanti elementi,complimenti!!
ciao ciao
fede

Gloria (gloxy) ha detto...

mamma mia ma ne sai una in piu del diavolo :) a me piace molto questa pagina.. xo sinceramente non ci sarei mai arrivata a farla da sola.. forse proprio per la paura di osare!!! forse dovrei respirare un po di ilarite acuta! un bacione, glo

Elisabetta ha detto...

una pagina davvero interessante. non ho capito bene una cosa; la carta assorbente era strappettata o solo spiegazzata? poi l'hai lasciata lì che si asciugasse insieme al resto in modo da integrarsi nella pagina? perchè dal risultato finale in pratica non si capisce cos'era! ah, ancora una cosa: le foto quadrate come le hai stampate? perchè la mia stampante le fa solo rettangolari anche se sono quadrate.

Lara ha detto...

Che bella pagina!!!Ioadoro i LO belli pieni di robina,ed il fatto che hai utilizzato anche delle cose del viaggio (tipo i biglietti aerei) è veramente fantastico,rende la paginaancora più personale ed unica!!!!
Complimenti!

Rita ha detto...

bello, bello, bello!!!!
mi piace tantissimo mettere i memorabilia... a qualcosa serve raccoglierli in viaggio e portarli a casa!!!!

mariella ha detto...

veramente molto bello, e poi le varie fasi sono spiegate benissimo!!!

Ary ha detto...

estremo!!! e bellissimo!!!
complimeti.. anche io oso come hai fatto tu!!
ma i miei sono risultati pessimi!!!

Approvato in pieno!

brava!

manuela ha detto...

Notevole!!!! e molto originale, come tutte le cose che fai!
Bacioni
Manu

ilaria ha detto...

per risponderea ad Elisabetta:
la carta utilizzata è un normalissimo scottex e l'ho strappato in pezzi irregolari e appoggiato sulle lettere; poi con la colla l'ho intriso e lasciato asciugare.

Giuly ha detto...

paciugoso questo!! di quelli da sporcarsi davvero!! molto colorato ed originale... quella della colla spatolata poi...